L’Associazione Auditorium, il Teatro Pubblico Pugliese e il Comune di Mesagne presentano una prestigiosa stagione musicale che ospiterà, sul palco del Teatro Comunale, artisti di caratura internazionale.

MARTEDÌ 3 MARZO alle ore 20.15 il primo appuntamento con UN INNO ALLA GIOIA per festeggiare il 250° anniversario del Maestro dei Maestri Ludwig van Beethoven: la bacchetta del direttore d’orchestra Deborah Tarantini dirigerà l’Orchestra Sinfonica metropolitana di Bari e il grande violinista Alessandro Perpich;

Il programma della serata prevede l’esecuzione di “La clemenza di Tito” di Wolfgang Aamadeus Mozart; l’ouverture “Le Ebridi” op. 26 di Felix Mendelssohn – Bartholdy e il Concerto per violino e orchestra in re maggiore op.61  di Ludwig van Beethoven.

 

Sorta nel 1968, grazie alla sensibilità con cui l’Amministrazione Provinciale di Bari accolse le appassionate sollecitazioni del prof. Vitantonio Barbanente, Presidente del Conservatorio “N. Piccinni” di Bari, l’Orchestra di Bari inaugura la sua attività con la direzione artistica del M° Gabriele Ferro, allora giovane docente del Conservatorio barese diretto da Nino Rota.
Tre anni dopo l’Orchestra, riconosciuta dal Ministero dello Spettacolo come “formazione d’interesse nazionale”, inizia il suo cammino di Istituzione Concertistica Orchestrale (ICO).
Sin dalla nascita svolge un’intensa attività collaborando anche a più riprese col Teatro Petruzzelli in occasione delle stagioni liriche tradizionali e partecipando a prestigiose trasferte: Spoleto (1984), Bergen (1985) e Charleston (1985).

Fra le iniziative promosse vanno ricordate un ciclo di manifestazioni dedicate a “Nino Rota, compositore del nostro tempo” (1995), la co-organizzazione del Festival Mousikè nell’ambito del programma del Dipartimento dello Spettacolo “Culture dei mari”, finanziato dalla Comunità Europea in collaborazione con i più prestigiosi centri europei di ricerca sulla musica antica tra cui il Centre de Musique Baroque de Versailles, l’Università di Saragozza, l’Università di Londra e il Centro di Musica Antica di Napoli (1996-2000) e l’ “Omaggio a Dubrovnik “ nell’ambito dell’omonimo festival in Croazia.Nel 1996 l’orchestra ha commissionato l’ edizione critica – poi edita da il Melograno di Roma – di un’opera inedita del 1780 del compositore Giacomo Insanguine di Monopoli.

Tra le registrazioni su Cd, il “Concerto n.3 di Rachmaninov”, solista il pianista Pasquale Iannone (1997) ;  lo “Stabat Mater” di Rossini (1998) e  la composizione inedita di Vito Paternoster “Il pane”(1999), sotto la direzione dello stesso autore.Nel 2000, l’orchestra – direttore artistico Roberto De Simone e direttore stabile Walter Proost – ha presentato in “prima mondiale” la cantata “Populorum Progressio” dello stesso De Simone, per voce recitante dell’attore Michele Placido.

Diverse sono state le partecipazioni al Festival dei Due Mondi di Spoleto, a cui sono seguite esibizioni in Olanda ed in Belgio – con il patrocinio del Presidente della Commissione europea –  direzione di Walter Proost, solista il pianista Luigi Ceci.

Di questi ultimi anni sono anche le prestigiose collaborazioni con grandi solisti e direttori d’orchestra provenienti da ogni parte del mondo.  Direzione musicale e artistica, Marco Renzi

Il M° Deborah Tarantini è nata a Taranto, ha conseguito i diplomi in Pianoforte, Composizione e Direzione d’Orchestra presso il Conservatorio di Musica “N. Piccinni” di Bari.
Ha partecipato da effettiva ai Corsi Internazionali di perfezionamento pianistico tenuti dal M° Pierluigi Camicia presso l’Accademia Musicale Pescarese, l’Ecole Franco-Italienne di Musique di Parigi; ai Master Classes di Composizione tenuti dal M° Teresa Procaccini presso l’Associazione Amici della Musica “F. Fenaroli” di Lanciano e presso l’Accademia Internazionale “O. Respighi” di Roma; al Seminario “Musica e Immagine – Composizione e Arte Cinematografica” con il M° Carlo Savina presso la Scuola di Musica di Fiesole, registrando sotto il patrocinio della SIAE una musica per film; al Master Class presso il Mozarteum di Salisburgo; ai Master Classes di Direzione d’Orchestra tenuti dai M° Julius Kalmar, Bruno Aprea e Piero Bellugi al termine dei quali è stata prescelta per i relativi concerti finali.
In qualità di Pianista ha vinto numerosi concorsi nazionali ed internazionali, svolgendo attività concertistica, sia come solista che in formazione da camera, in Italia ed all’estero.

In qualità di Direttore ha diretto diverse orchestre, tra le quali l’Orchestra di Mannheim, l’Orchestra Metropolia di Helsinky, la “Florence Symphonietta” di Firenze, l’Orchestra dell’Accademia “Ludovico da Vittorio” di Roma, l’Orchestra ICO Magna Grecia di Taranto, l’Orchestra di Puglia e Basilicata , l’Art Jonica di Taranto, l’”Orchestra in Rosa” di Monopoli oltre alle orchestre dei Conservatori di Musica di Bari, Monopoli, Taranto e Matera (con cui si è esibita, tra le altre, in occasione di “Sanremo Sol” nell’ambito del Festival di Sanremo 2017, in occasione del G7 Economico svoltosi a Matera nel maggio 2017 e da ultimo il “Concerto Cantiere Opera” tenutosi in Matera e trasmesso in diretta su Rai Radio 3).

Ha collaborato con artisti di chiara fama quali Francesco Manara (primo violino Teatro alla Scala di Milano), Simonide Braconi (prima viola Teatro alla Scala di Milano), Teresa Procaccini (Compositrice e docente di Composizione presso il Conservatorio di “S.Cecilia” in Roma), il violinista Cristiano Rossi (concertista internazionale). Affianca all’attività concertistica quella didattica in qualità di docente della disciplina di “Esercitazioni Orchestrali” presso il Conservatorio di Musica “E. R. Duni” di Matera.

Alessandro Perpich nato a Firenze, ha intrapreso giovanissimo lo studio della musica sotto la guida del padre e si è diplomato a pieni voti e lode sia in violino presso il conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia, sia in viola presso il conservatorio”Niccolò Piccinni” di Bari. Ha studiato anche con Vaclav Benda presso il conservatorio di Praga e, invitato per due volte, nell’accademia di Pommersfelden, in Germania, allievo di Wilhelm Waltz.

Ventenne, ha frequentato i corsi di musica da camera di Adriano Vendramelli e, contemporaneamente, quelli di violino con Corrado Romano conseguendo la massima votazione all’esame finale presso l’Accademia Internazionale di Biella. Ha quindi proseguito gli studi con Romano al conservatorio di Ginevra sino a ottenere il Premier Prix De Virtuosité.

Ha tenuto concerti in Usa, Sudamerica, Asia, Europa (Festival di Salisburgo, Salle Pleyel e Opera Garnier di Parigi, Avery Fisher Hall di New York, Ravinia Festival di Chicago, Tanglewood -Boston, Musikverein di Vienna, Oliseum di Buenos Aires, Teresa Carreno di Caracas, Suntory Hall di Tokio, Scala di Milano).

Dal 1995  è direttore artistico del Festival Musicale Savinese  Festival delle Musiche.

Vincitore di cattedra al Concorso Nazionale, è stato docente di violino al conservatorio “N.Piccinni” di Bari, “E.R.Duni” di Matera e “G.Verdi” di Como. Attualmente insegna al conservatorio “G.Frescobaldi” di Ferrara. Molti fra i suoi allievi hanno vinto primi premi in concorsi nazionali e internazionali.   Suona su un Carlo Landolfi 1750.

La vendita dei biglietti e degli abbonamenti sarà attiva il martedì e il giovedì dalle ore 16.30 alle ore 19.30 al Teatro comunale (tel. 0831776691 teatro@comune.mesagne.br.it).